Rapporto FORMEDIL 2012

Rapporto Formedil 2012. La formazione, risorsa strategica per il rilancio del settore

Il Rapporto Formedil 2012, che verrà presentato il 24 maggio prossimo in occasione delle giornate nazionali della bilateralità, frutto della collaborazione tra Formedil e Cresme, illustrerà lo scenario di crisi che sta investendo l’intero settore delle costruzioni, con particolare riferimento al comparto occupazionale.
I dati che verranno illustrati dallo studio, benché caratterizzati dal segno negativo dell’andamento del mercato, mostreranno però, per alcuni versi, alcune sfumature positive. Emergerà infatti il ruolo sempre più strategico e propulsivo giocato dal sistema della formazione edile, in vista di una riconfigurazione generale del mercato, che tenderà a rilanciare alcuni segmenti del settore, legati principalmente a processi importanti di innovazione e qualità.
Da sottolineare dunque, non solo una tenuta, ma anche una crescita del sistema della formazione edile in tutta Italia, favorita dalla stessa crisi economica, che spinge gli operatori ad un impegno sempre maggiore nell’acquisizione di nuove conoscenze, soprattutto nel campo dell’innovazione tecnologica, per dare risposta ad una domanda sempre crescente di conoscenza nuova che proviene dal settore.
Il sistema delle scuole edili si configura, in questo scenario, come un sistema solido, in grado di dare risposta alla domanda emergente, come dimostrano i dati degli ultimi 3 anni, ma anche in grado di diventare, in base alle previsioni dello studio, un sistema che giocherà una partita strategica per l’intero settore delle costruzioni italiano.